Vai ai giochi

Jammy

Jammy è il gioco di Green League che parla di mobilità sostenibile

Introduzione

Jammy è un il gioco che ci (tele)trasporta verso un futuro nemmeno troppo lontano, nel quale riusciamo a immaginare un mondo meno inquinato e più rispetto per la natura.

La Green League ha pensato di trasformare il famoso puzzle matematico 2048 in un viaggio nel tempo alla scoperta delle soluzioni migliori per la mobilità urbana...nell'attesa che il teletrasporto diventi realtà!

Storia

Jammy è un gioco che ci proietta verso un futuro a zero emissioni!

Lo scopo è arrivare al punteggio di 2048 sommando i punteggi indicati sulle tessere uguali. Realizzato dall'italiano Gabriele Cirulli, il puzzle matematico 2048 sta spopolando sul web da alcune settimane.

Tante sono le azioni a danno dell’ambiente e tra quelle che incidono di più c'è sicuramente il traffico. Le emissioni di CO2 aumentano, ma noi sogniamo un futuro dove biciclette e pedoni circolino in libertà.

Per questo nella nostra versione si affronta il tema della mobilità sostenibile: ogni tessera rappresenta la soluzione migliore contro traffico e inquinamento atmosferico, e la fusione tra loro porta a soluzioni sempre più efficienti (o ecologiche).

Greenleague, con i suoi giochi, si rivolge ai giovani cittadini di domani, coloro che avranno il compito di far cambiare abitudini anche ai più grandi.

Istruzioni

In Jammy il giocatore si trova di fronte una griglia 4×4 e deve mettere insieme le tessere che mostrano la stessa immagine : motorino con motorino, macchina con macchina, e così via.

Per vincere bisogna far comparire la tessera il teletrasporto!

Si parte dalle due tessere che compaiono sulla griglia. Ma fate attenzione perché ogni mossa farà comparire in posizione casuale una nuova tessera di cui dovrete liberarvi. Gli spostamenti si effettuano con le frecce direzionali della tastiera oppure, se utilizzate un tablet o uno smartphone, spostando le caselle con le dita. Ogni movimento sposta nella direzione da voi indicata tutte le tessere libere di muoversi. Quando non si riesce più a fare una mossa il gioco è finito.