Vai ai giochi

Glossario

 

LCA

Acronimo della lingua inglese che indica la Life Cycle Assessment (in italiano "valutazione del ciclo di vita", conosciuto anche con la sigla LCA) è un metodo che valuta l’insieme di interazioni di un prodotto o un servizio con l'ambiente, considerato il suo intero ciclo di vita che include le fasi di preproduzione (quindi anche estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (quindi anche riuso e manutenzione)e dismissione finale in caso del suo ciclo “dalla culla alla tomba” oppure di riciclaggio, in caso di ciclo “dalla culla alla culla”. La procedura LCA è standardizzata a livello internazionale dalle norme ISO 14040 e 14044.

Led

Acronimo proveniente dalla lingua inglese che indica la Light Emitting Diode o diodo a emissione luminosa; rappresenta un dispositivo optoelettronico che sfrutta le proprietà ottiche di alcuni materiali semiconduttori di produrre fotoni attraverso un fenomeno di emissione spontanea.

Legambiente

E’ un'associazione senza fini di lucro le cui attività sono frutto dell'impegno volontario di migliaia di cittadini che si impegnano per tenere alta l'attenzione sulle emergenze ambientali del Paese. Legambiente è nata nel 1980, erede dei primi nuclei ecologisti e del movimento antinucleare che si sviluppò in Italia e in tutto il mondo occidentale nella seconda metà degli anni ’70. Tratto distintivo dell’associazione è stato fin dall'inizio l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili. L'approccio scientifico, unito a un costante lavoro di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini, ha garantito il profondo radicamento di Legambiente nella società fino a farne l’organizzazione ambientalista con la diffusione più capillare sul territorio: oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali.

Legge Galli

Con la legge n. 36/1994, nota come “Legge Galli”, è stato avviato in Italia un profondo processo di modernizzazione e riorganizzazione del settore idrico, reso scarsamente efficiente dall’estrema frammentazione degli operatori (oltre 13.000 nel 1994). I principi di questa legge sono: integrazione territoriale e industriale, attraverso l’introduzione degli ambiti territoriali ottimali (A.T.O.); la separazione delle funzioni di programmazione organizzazione e controllo del servizio idrico, gestione dei servizi e proprietà delle infrastrutture; copertura completa dei costi operativi e di investimento; obblighi di efficienza e produttività.

Legge Merli

Legge n°319/1976 “Norme per la tutela delle acque dall'inquinamento”. Questa legge disciplina gli scarichi industriali, demandando la regolamentazione degli scarichi civili e delle fognature alle Regioni, senza però toccare direttamente il tema della quantità. Successivamente questa legge è stata sostituita dal d.lgs. 152/99 sulla tutela delle acque dall’inquinamento.

Liquami

Il liquame è un effluente zootecnico fluido formato da sostanze grossolane, grassi, fanghi di fogna, sospensioni colloidali, sostanze disciolte, in parte organiche e in parte inorganiche, che viene raccolto dalla rete di fognature.

Littering

Il littering è un crescente malcostume che vede i rifiuti gettati o abbandonati con noncuranza nelle aree pubbliche invece che negli appositi bidoni o cestini dell’immondizia.

Livello trofico

Il livello trofico è il posto occupato da un individuo all'interno della catena alimentare.

Loess

È un deposito eolico formato da sabbia fine e limo di origine glaciale, in quanto deriva dai depositi morenici (materiali erosi, trasportati e depositati dai ghiacciai), privi di copertura vegetale: le correnti d'aria trascinano via in sospensione da tali depositi la frazione fine del sedimento e la depositano là dove perdono di energia (per esempio, quando urtano contro un ostacolo: ai piedi di quest'ultimo il loess si accumula in masse di colore giallo-grigio, dagli spessori notevoli, fino a decine di metri).

Lotta biologica

La lotta biologica è un sistema di difesa dai parassiti animali che impiega esclusivamente mezzi biologici: i rapporti di antagonismo fra gli organismi viventi per contenere le popolazioni di quelli dannosi; entomofagi, cioè insetti predatori o parassiti di altri insetti; feromoni, cioè sostanze, normalmente emesse da insetti, ma che possono essere riprodotte in laboratorio, che fungono da messaggeri chimici, determinando in individui della stessa specie stimolazioni e risposte precise e ripetibili. Questa tecnica si è evoluta a fini agronomici e in genere si applica in campo agroalimentare per la difesa delle colture e delle derrate alimentari, ma per estensione si può applicare in ogni contesto che richieda il controllo della dinamica di popolazione di un qualsiasi organismo. Per esempio per le aree verdi e giardini.