Economia circolare, gli aggiornamenti delle nuove Direttive europee Quali sono le principali novità introdotte dalle recenti Direttive in materia ambientale approvate in sede europea?
Vai ai giochi

News

Economia circolare, gli aggiornamenti delle nuove Direttive europee

categoria: Lunedì 05/02/2018
Economia circolare, gli aggiornamenti delle nuove Direttive europee

Quali sono le principali novità introdotte dalle recenti Direttive in materia ambientale approvate in sede europea? Il nuovo pacchetto di norme sui rifiuti e la circular economy, di cui si è discusso in un recente convegno a Roma dal titolo “Circular economy: le nuove direttive europee” ha fissato molteplici punti finalizzati all’ottimizzazione del riciclo delle risorse. Un macro obiettivo raggiungibile mediante l’imposizione di un target di recupero dei rifiuti urbani più impegnativo, un accresciuto coinvolgimento dei produttori (vedi la responsabilità di imprese e industrie), nuove specifiche per gli imballaggi, il taglio dello smaltimento in discarica e, non da ultimo, la riduzione degli sprechi alimentari.

Ecco in sintesi le nuove aree proposte:

  • Obiettivi di riciclo per rifiuti urbani: la percentuale cresce al 55% nel 2025, al 60% nel 2030 e al 65% nel 2035 (oggi siamo al 42%). Per raggiungere il target del 2035 sarà necessario che la raccolta differenziata arrivi almeno al 75% (oggi la media nazionale è del 52,5%);
  • Responsabilità estesa del produttore: dovranno garantire il rispetto dei target di riciclo, la copertura dei costi di gestione efficiente della raccolta differenziata e delle operazioni di selezione, trattamento, informazione, raccolta e comunicazione dei dati;
  • Imballaggi: dall’attuale 67% al 70% del totale degli imballaggi entro il 2030. Punto critico quello degli imballaggi in plastiche miste (il riciclo di quelli in plastica dovrà aumentare dal 41% attuale al 55% al 2030);
  • Smaltimento in discarica: non dovrà essere superiore al 10% dei rifiuti urbani prodotti;
  • Contrasto agli sprechi alimentari: introdotti target di riduzione degli sprechi del 30% al 2025 e del 50% al 2030.

 

share

Altre News

Riciclo creativo e green: da tessuti di scarto in oggetti di moda

Riciclo creativo e green: da tessuti di scarto in oggetti di moda

Mercoledì 08/08/2018

Ombrelloni che non funzionano più, costumi da bagno passati di moda, mute da sub o tappezzeria di una vecchia auto da cambiare. Sono tutti oggetti apparentemente da buttare, ma grazie al progetto della designer romana Chiara Di Cillo possono avere una nuova vita in borse, zaini e altri accessori

I Tropici al centro della strategia per salvare la biodiversità mondiale

I Tropici al centro della strategia per salvare la biodiversità mondiale

Lunedì 06/08/2018

Basta citare un dato per capire quanto siano importanti i Tropici per l’equilibrio degli ecosistemi sulla Terra: nei Paesi tropicali, che coprono circa il 40% della superficie emersa globale, vive quasi l‘80% delle specie del pianeta. Un patrimonio naturale di inestimabile ricchezza, che oggi è messo a rischio dall’impatto combinato dei cambiamenti climatici

Uno spazio verde aperto a tutti e popolato di alberi. Così doveva essere nelle intenzioni del magnate dell’editoria inglese Felix Dennis il suo parco

Una foresta con 10 milioni di alberi. Il sogno di un miliardario inglese sarà realtà

Venerdì 03/08/2018

Uno spazio verde aperto a tutti e popolato di alberi. Così doveva essere nelle intenzioni del magnate dell’editoria inglese Felix Dennis il suo parco