eLabel!, la multietichetta ecologica che rivela l’impatto ambientale di ciò che compriamo eLabel!, la multietichetta ecologica che rivela l’impatto ambientale di ciò che compriamo
Vai ai giochi

News

eLabel!, la multietichetta ecologica che rivela l’impatto ambientale di ciò che compriamo

categoria: Lunedì 12/02/2018
eLabel!, la multietichetta ecologica che rivela l’impatto ambientale di ciò che compriamo

Un’etichetta con le informazioni utili per conoscere il risultato che le proprie scelte di acquisto avranno sull’ecosistema. Si chiama eLabel!, il nuovo strumento che risponde alle domande essenziali riguardo l’impatto dei prodotti che comperiamo. Quante e quali risorse rinnovabili sono state utilizzate nel processo di produzione? La filiera è verde? fornitori? Le merci che riporteranno la targhetta avranno una tabella informativa con dati che descriveranno nel dettaglio l’impatto sull’ambiente. Il principio è analogo a quello che portò alla pubblicazione dei valori nutrizionali sui prodotti alimentari: allora la finalità fu quella di rendere trasparente la loro composizione, oggi invece è quella di chiarire i loro effetti, i risultati che avranno una volta consumati. Grazie a questo innovativo sistema di multietichette, i consumatori saranno messi nelle condizioni di poter optare per la scelta ecologicamente più sostenibile, che sarà in grado di garantire un ridotto impatto in termini di consumo di risorse naturali e inquinamento. Naturalmente, le schede di eLabel! saranno calibrate in base alle tipologie di prodotto: un elettrodomestico avrà informazioni differenti rispetto ad un pacchetto di biscotti, ad esempio. In particolare, sarà questa la ripartizione:

- prodotti finiti destinati al consumatore finale particolarmente attento a ciò che acquista;

- prodotti di largo consumo con una fetta di mercato medio-grande e un considerevole numero di stakeholder, come l’acqua in bottiglia;

- prodotti con un notevole impatto ambientale (in carta e cartone, alimentari che richiedono notevoli consumi di acqua come prodotti in vetro, pane e pasta, notevolmente energivori);

- prodotti che utilizzano materiale riciclabile (bicchieri o piatti in plastica monouso);

- prodotti di origine organica, per i quali è auspicabile incrementare il livello di biodegradabilità o compostabilità.

 

 

 

share

Altre News

Riciclo creativo e green: da tessuti di scarto in oggetti di moda

Riciclo creativo e green: da tessuti di scarto in oggetti di moda

Mercoledì 08/08/2018

Ombrelloni che non funzionano più, costumi da bagno passati di moda, mute da sub o tappezzeria di una vecchia auto da cambiare. Sono tutti oggetti apparentemente da buttare, ma grazie al progetto della designer romana Chiara Di Cillo possono avere una nuova vita in borse, zaini e altri accessori

I Tropici al centro della strategia per salvare la biodiversità mondiale

I Tropici al centro della strategia per salvare la biodiversità mondiale

Lunedì 06/08/2018

Basta citare un dato per capire quanto siano importanti i Tropici per l’equilibrio degli ecosistemi sulla Terra: nei Paesi tropicali, che coprono circa il 40% della superficie emersa globale, vive quasi l‘80% delle specie del pianeta. Un patrimonio naturale di inestimabile ricchezza, che oggi è messo a rischio dall’impatto combinato dei cambiamenti climatici

Uno spazio verde aperto a tutti e popolato di alberi. Così doveva essere nelle intenzioni del magnate dell’editoria inglese Felix Dennis il suo parco

Una foresta con 10 milioni di alberi. Il sogno di un miliardario inglese sarà realtà

Venerdì 03/08/2018

Uno spazio verde aperto a tutti e popolato di alberi. Così doveva essere nelle intenzioni del magnate dell’editoria inglese Felix Dennis il suo parco