Villaggio per la terra: Le 17 opere al Pincio per gli obiettivi di sviluppo sostenibile

23 aprile 2019 – In occasione dell’Earth day, giornata istituita dalle Nazioni Unite per richiamare l’attenzione sulla tutela del pianeta, il mondo si è mobilitato in difesa delle specie minacciate: dalle api agli insetti, dalle balene alle barriere coralline. Dal 25 al 29 Aprile si svolgerà a Roma la manifestazione de Il Villaggio per la Terra. Le attività, talkshow e giochi organizzati hanno lo scopo di approfondire gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Sulla Terrazza del Pincio 17 artisti hanno completato le loro opere originali, ispirate ai temi della sostenibilità sociale e ambientale fissati nei 17 Obiettivi. Per l’obiettivo 1 (Povertà zero) l’opera rappresenta Atena, dea della conoscenza e i bambini che cercano di conquistarla. Per l’obiettivo 2 (Fame zero) l’artista ricorda la frase di Confucio: «Se vedi un affamato…

Leggi tutto

Una pista ciclabile per la sostenibilità

18 aprile 2019 – Una speciale resina in grado di assorbire i raggi solari e rilasciarli poi all’imbrunire. È così che funziona la nuova pista ciclabile che si illumina di notte, consentendo non soltanto un evidente risparmio energetico, ma anche un contributo in termini di maggiore sicurezza per pedoni e ciclisti. Il percorso, di cinque chilometri, verrà costruito nel Comune di Travacò Siccomario, in provincia di Pavia. Di notte, la pista diventa blu fluorescente o verde grazie ad una resina particolare spalmata sull’asfalto. Una soluzione frutto di uno studio polacco che promette di far risparmiare sull’energia consumata dai tradizionali sistemi di illuminazione pubblica promuovendo allo stesso tempo una forma di mobilità sostenibile come quella in bicicletta. L’esempio della provincia pavese rappresenta un ulteriore progresso nell’applicazione delle più recenti tecnologie ecosostenibili. In…

Leggi tutto

L’ex complesso carcerario di Amsterdam diventa un quartiere green.

15 aprile 2019 – Il complesso di Bijlmerbajes, punto di riferimento per gli abitanti di Amsterdam, è stato chiuso nel 2016, la sua riqualificazione lo trasformerà in un quartiere ad energia rinnovabile ad energia zero e riciclo sotterraneo dei rifiuti organici. Il masterplan originale della prigione era composto da sei torri collegate ad un edificio amministrativo centrale ed una serie di cortili e giardini su tutta la superficie. Nel nuovo progetto viene preservato il carattere “isolano” della prigione, con il plesso centrale che verrà trasformato in un centro artistico e di design racchiuso da mura. ll Bajes Kwartier è strutturato in quattro cluster, ognuno caratterizzato da una particolare destinazione d’uso ma tutti collegati attraverso una serie di ponti pedonali e ciclabili. Una delle torri esistenti verrà trasformata in una Green Tower, un parco…

Leggi tutto

La grande muraglia verde

9 aprile 2019 – La Grande Muraglia Verde è il progetto pionieristico guidato dall’Unione Africana e che coinvolge oltre 20 paesi. Nasce nella regione del Sahel, al confine meridionale del deserto del Sahara, uno dei luoghi più poveri del pianeta. Il Sahel è tra le aree più a rischio per via degli effetti dei cambiamenti climatici e milioni di abitanti stanno già affrontando il loro impatto devastante. Il progetto prevede un muro di vegetazione che attraversa l’Africa da ovest verso est. Una meraviglia naturale che, una volta completata, si estenderà per 8mila km, con un obiettivo: fornire cibo e un futuro a milioni di persone che vivono in una regione in ginocchio a causa dei cambiamenti climatici. La Great Green Wall for the Sahara and Sahel Initiative è un’idea che nasce…

Leggi tutto

La Milano design week all’insegna della sostenibilità

5 aprile 2019 – Una settimana di eventi all’insegna di architettura, sostenibilità e innovazione. L’edizione 2019 ospita i leader dell’architettura internazionale, scienziati, designer e urbanisti per riflettere sull’evoluzione dell’architettura e dell’urbanistica nel tempo. Incontri, performance, passeggiate ed eventi per scoprire la città da un punto di vista diverso rispetto a quello convenzionale. I temi principali, infatti, sono lo sviluppo tecnologico, la sostenibilità ambientale e le trasformazioni sociali analizzati da un punto di vista architettonico e urbanistico. Lambrate è uno storico quartiere milanese che dal 2000 ha iniziato la sua fase di riconversione dei vuoti urbani in spazi espositivi dal grande potenziale. La Design Week fa ormai parte di questo processo e negli anni ha facilitato la trasformazione del quartiere in un distretto del design tra i più ambiti dagli espositori e tra i più frequentati dai turisti. I temi…

Leggi tutto

Raccolta differenziata: un’app guida i cittadini al corretto conferimento

4 aprile 2019 – Quante volte vi siete chiesti dove buttare i contenitori degli alimenti? Bene, per voi arriva una soluzione che direttamente dal vostro smartphone vi guiderà al corretto smaltimento delle confezioni alimentari. Si tratta di Junker, l’app nata nel 2015 che fornisce ai cittadini informazioni sugli imballaggi indicando la corretta modalità di smaltimento in base alle regole del Comune in cui si abita. Recentemente inserita nel libro bianco delle buone pratiche di economia circolare del Parlamento Europeo, Junker si serve di un considerevole database con oltre un milione di prodotti specifici e mille categorie di materiali generici. L’utilizzo dell’app è molto facile: basterà utilizzare la fotocamera del proprio smartphone, inquadrare il codice a barre del contenitore e dopo pochi secondi verranno riconosciuti tutti i materiali di cui è composto…

Leggi tutto

Certificazioni tessili, facciamo chiarezza

1 aprile 2019 – La moda è la seconda industria più inquinante al mondo, dopo quella petrolchimica. L’attenzione nella produzione di vestiti è sempre più centrale per i protagonisti del settore che fanno della sostenibilità ambientale uno dei punti forti delle collezioni. Per fornire garanzie e vigilare sull’intera filiera produttiva, diversi enti locali e internazionali hanno istituito una serie di certificazioni tessili suddivise in diverse categorie: quelle ambientali garantiscono l’uso di sostanze chimiche non dannose per l’ambiente; quelle sociali fissano degli standard di rispetto per i diritti dei lavoratori; quelle per i diritti degli animali incentivano i brand che decidono di rinunciare all’utilizzo di materiali di origine animale e quelle biologiche vengono assegnate esclusivamente ai capi realizzati con fibre naturali. In questo modo i consumatori possono acquistare con la consapevolezza di…

Leggi tutto

Victor Papanek – Progettare per il mondo reale

29 marzo 2019 – Papanek è stato il pioniere del design sociale e sostenibile, precursore del riciclo. Progettare per il mondo reale, pubblicato nel 1971, è il libro di design più letto al mondo, affronta temi legati all’inclusione, alla giustizia sociale e alla sostenibilità, argomenti oggi di grande rilievo diventati presupposti imprescindibili. La progettazione responsabile, il riuso, il coinvolgimento delle minoranze sono tutti concetti trasformati in prototipi dal designer. Basti pensare alla sedia per gli obesi con problemi alla schiena, alla campagna Autocomplete Truth contro la discriminazione delle donne e alla Tin Can Radio, fabbricata con materiali riciclati e che costava l’equivalente di 90 centesimi. La Tin Can Radio era stata progettata per i Paesi poveri e usata per esempio in Indonesia, l’elettrodomestico fu avversato dalla comunità internazionale dei designer perché considerato brutto, ma aprì le porte del…

Leggi tutto

Cina a rifiuti zero: al via il progetto pilota

27 marzo 2019 – Ridurre la quantità dei rifiuti e migliorare i risultati del riciclo. Con questi due obiettivi Il Consiglio di Stato della Repubblica cinese dà il via al piano “Città zero rifiuti”. Si tratta di un progetto pilota che partirà in 10 città, da testare entro il 2020, nelle quali verranno ampliate le pratiche di gestione dei rifiuti: le città selezionate saranno poi prese come modelli dimostrativi dalle altre città. Per gli esperti, il valore di produzione del riciclo e riutilizzo dei rifiuti solidi in Cina dovrebbe raggiungere oltre 1.000 miliardi di dollari entro il 2030, creando 40 milioni di posti di lavoro. Per raggiungere la mission il Governo cinese intende promuovere e sensibilizzare i cittadini a stili di vita orientati a un maggior rispetto per l’ambiente: da Pechino…

Leggi tutto

Capolavori che si sciolgono. La mostra di Alper Dostal

25 marzo 2019 – Arte e clima, è questo il binomio suggestivo scelto dall’artista multidisciplinare Alper Dostal per sottolineare l’imminente pericolo causato dal cambiamento climatico per il nostro Pianeta. Una responsabilità che riguarda tutti da vicino e che l’artista racconta in maniera forte nel progetto d’arte digitale Hot Art Exhibition: i grandi capolavori d’arte di Picasso, Van Gogh, Mondrian, Dalì e Munch escono dalle cornici sciogliendosi sui pavimenti dei musei, creando delle rappresentazioni tridimensionali. È ancora una volta l’arte che attraverso la sua straordinaria capacità di entrare nei cuori delle persone rompe il silenzio e ci aiuta a riflettere sui preoccupanti effetti del cambiamento climatico che mettono in pericolo il nostro patrimonio culturale e non solo.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com